Tenuta di Salviano

Umbria - Terni

  • Loc. Salviano, Civitella del Lago Baschi Terni
Descrizione

La Tenuta di Salviano fu edificata nel X secolo quando Farolfo, conte di Montmarte sceso in Italia al seguito del Re di Francia Ludovico II, fondò questo villaggio. La Tenuta è stata fin dalle origini una fiorente fattoria nella quale si producevano grano, tabacco, olio d'oliva e vino.

In epoca medievale fu continuamente contesa tra il comune di Todi di parte ghibellina e quello di Orvieto di parte guelfa. Furono distrutte e riedificate più di una volta nel corso dei secoli. Il Comune di Todi all’epoca era molto influente grazie ai forti legami politici intrecciati con la potente Perugia ed anche in virtù dei numerosi territori che vantava nelle aree tra Terni ed Amelia ed a Foligno.

Nel 1220, le proprietà passano sotto l’influenza del Comune di Todi grazie ad una pace stipulata con il comune di  Orvieto. 

Agli inizi del 1300 in questa Tenuta vivevano 29 famiglie, oltre 140 persone.

Nel 1414 si registra un’incursione da parte dei militari guidati dal capitano di ventura Braccio da Montone, per riaffermare il dominio di Orvieto. Il risultato fu che odi e rivendicazioni non cessarono al punto che nel 1446 Papa Eugenio IV con bolla papale ordina che il borgo di Titignano venga confiscato ed assegnato alla Camera Apostolica, il dicastero che amministra i beni del Vaticano. Dopo questo atto, la stessa Camera Apostolica vende il borgo a Todi per 1400 fiorini d’oro.

In quegli anni Todi affida la Tenuta ai nobili di Salviano.

Fino a tutto il XVI secolo si assiste ad una relativa pace all’interno del borgo, le attività agricole e produttive sono fiorenti ed intorno al XVII secolo si trasforma in un palazzo signorile circondato dal borgo che ne rappresenta la corte.

Il borgo è stato soggetto a varie dominazioni, i Cenci di Roma, i Graziani di Perugia, i conti di Baschi i Petrignani e, da ultimo,nel 1830 il Principe Don Tommaso di Filippo Corsini di Firenze, lo acquistò ad un’asta a lume di candela dallo Stato Pontificio.

Nella seconda metà del ‘900 la Marchesa Nerina Corsini della nobile famiglia di origine fiorentina dei Corsini, che annovera tra gli antenati anche Papa Clemente XII (pontificato 1730-1740) riceve in eredità dal padre Tommaso Corsini le tenute di Salviano e Titignano. Dopo il suo il matrimonio con il Marchese Enrico Incisa della Rocchetta, già produttore del famoso Sassicaia, fu avviato un progetto di modernizzazione della tenuta. Dal 2015 la tenuta è gestita dai figli, Eleonora e Giovanni Incisa della Rocchetta, che con rinnovate energie e risorse hanno realizzato infrastrutture e rifondato la cultura aziendale.

Gallery
Servizi
  • Accetta Carte Di Credito
  • Parcheggio Auto
  • Sala Conferenze
  • Vendita Vini
  • Wifi
Posizione
BRUT METODO CLASSICO

DESCRIZIONE: il Metodo Classico è ottenuto da una sola vigna di Pinot Nero, collocata alle quote più elevate della Tenuta. Il particolare microclima del lago, le importanti escursioni termiche, la mineralità dei suoli tufacei e la buona ventilazione, consentono di raccogliere delle uve perfette per produrre un ottimo spumante.

DEGUSTAZIONE: allo sguardo è di colore rosa tenue con un perlage quasi cremoso. Al naso è ricco, ampio, con lievi sentori di crosta di pane, di frutti rossi, lampone e cassis, in secondo piano, minerale e chiodi di garofano. In bocca risulta fine, sapido e il Pinot Nero restituisce il suo carattere, dando corpo e persistenza ad un vino di sicura longevità.

VITIGNI: Pinot Nero.

ALTITUDINE: 500 metri di quota.

ESPOSIZIONE: sud-est.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 15 anni.

CEPPI PER ETTARO: 4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura mista cordone speronato e guyot.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, nella seconda metà di agosto.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve non diraspate, subiscono una soffice pigiatura. Il mosto fermenta in vasche d’acciaio, a temperatura controllata, di circa 18° C.Segue un affinamento del vino sulle fecce fini per 5-6 mesi, così da arricchirne le caratteristiche organolettiche. Il vino base così ottenuto viene imbottigliato per la presa di spuma, affinato sui lieviti per 24 mesi, nelle cantine scavate sotto il Castello di Salviano. Segue la fase finale di
remuage e dégorgement.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: rosa tenue con un perlage fine e persistente.
PROFUMO: tenue profumo di lievito, rosa canina, mela verde in spicchi, con fondo di frutta secca.
SAPORE: sapido, fresco, di buona struttura e di grande piacevolezza per la cremosità e la ricca persistenza, restituendo sul finale note di agrumi.
ABBINAMENTI: come aperitivo, o a tutto pasto potendo accompagnare primi piatti a base di pesce e verdure, pesce arrosto, formaggi freschi e anche grassi, e fritti, in particolare, quelli di pesce.

ORVIETO DOC CLASSICO SUPERIORE

DESCRIZIONE: l’Orvieto Classico è prodotto da vigneti adagiati sul versante di sinistra del lago di Corbara, in un territorio fortemente vocato di secolare tradizione. Composto da uve Procanico, Grechetto, Verdello e Sauvignon Blanc è frutto di una vendemmia manuale, scalata nel tempo secondo il grado di maturazione dell’uva, nel periodo che va da fine agosto alla metà di settembre.

DEGUSTAZIONE: si presenta di un luminoso colore giallo paglierino. Al naso restituisce le sensazioni del sottobosco come biancospino, corbezzoli, margherite e frutta gialla, con echi di erbe aromatiche. Al palato risulta rotondo, la trama acidula e i ricordi minerali danno a questo vino un’inaspettata nota croccante.

VITIGNI: composto essenzialmente da Trebbiano Toscano, Grechetto, Verdello e Malvasia.

ALTITUDINE: tra i 150 e i 500 metri di quota.

ESPOSIZIONE: sud-ovest.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: da 15 a 20 anni.

CEPPI PER ETTARO: 3000-4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera, con potatura guyot.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, seguendo le diverse epoche di maturazione tra la fine di agosto e la prima metà di settembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve, dopo diraspatura, subiscono una soffice pigiatura. Il mosto fermenta in vasche d’acciaio, ad una temperatura controllata di circa 18° C. Segue un affinamento del vino sulle fecce fini per 5-6 mesi, così da arricchirne le caratteristiche organolettiche.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: giallo paglierino con riflessi verdognoli.
PROFUMO: intenso, complesso, con sottofondo minerale. Sentori floreali di margherita, ginestra, e di frutta a pasta gialla, albicocca e pesca su tutte.
SAPORE: pieno ed elegante. I suoli tufacei regalano freschezza e sapidità, ben equilibrate dalla naturale morbidezza di questo vino. Finale leggermente ammandorlato.
ABBINAMENTI: primi piatti e sughi di pesce, frittata agli asparagi, pizza vegetariana, minestra di verdura.
 

PINOT NERO ROSÉ IGT

DESCRIZIONE: il Rosato è prodotto da un singolo vigneto, situato sulla sponda destra del lago di Corbara, a 500 m di altitudine. Questo rosato è interprete originale del Pinot Nero in Umbria. La fresca esposizione, il suolo profondo e ricco in scheletro, concorrono a dare un’uva dalle eccellenti
qualità, sia sotto il profilo aromatico, che polifenolico. E’ composto interamente da uve di Pinot Nero, vendemmiate a fine agosto e vinificate in bianco.

DEGUSTAZIONE: alla vista è luminoso, di colore rosa tenue con riflessi rubino. Al naso si presenta fresco, coinvolgente con aromi di fiori bianchi e bucce di agrumi, che in bocca si combinano con la sapidità e mineralità tipiche di questi suoli, regalando un ricco e piacevole finale.

VITIGNI: Pinot Nero.

ALTITUDINE: 500 m di quota.

ESPOSIZIONE: sud-est.

TERRENI: di origine vulcanica, profondo, ricco in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 10 – 15 anni.

CEPPI PER ETTARO: 4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura mista cordone speronato e guyot.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, nella seconda metà di agosto.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve non diraspate, subiscono una soffice pigiatura. Il mosto fermenta in vasche d’acciaio, ad una temperatura
controllata di circa 18° C. Segue un affinamento del vino sulle fecce fini per 5-6 mesi, così da arricchirne le caratteristiche organolettiche.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: buccia di cipolla, con riflessi pesca.
PROFUMO: fresco e fruttato, con aromi che ricordano la ciliegia, fragolina di bosco, ed erbe aromatiche mediterranee.
SAPORE: di buon equilibrio, sicuramente di grande freschezza e sapidità, finale fruttato e persistente.
ABBINAMENTI: ottimo come aperitivo, o in abbinamento a fritture di pesce e verdure, formaggi freschi e carni saporite, alla tàrtara o insaccati.

SALVIANO DI SALVIANO IGT

DESCRIZIONE: il Salviano di Salviano è prodotto da vigneti adagiati sulle colline che sovrastano la sponda settentrionale del Lago di Corbara, di antica origine vulcanica e ricche di roccia tufacea. Un vino elegante che nasce da uve Chardonnay, Semillon e Sauvignon Blanc, raccolte a mano, nel picco di maturazione, da fine agosto alla metà di settembre.

DEGUSTAZIONE: alla vista appare di colore giallo paglierino carico. Al naso si presenta ricco, con profumi di frutta bianca, di litchi e morbide note che ricordano il passaggio in legno. L’equilibrio di tutte le componenti, offre un’armonia del gusto e una piacevolezza che soddisfa pienamente il palato.

VITIGNI: composto essenzialmente da Sauvignon Blanc, Viognier e Semillon.

ALTITUDINE: tra i 150 e i 500 metri di quota.

ESPOSIZIONE: est-sud-est.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 20-25 anni.

CEPPI PER ETTARO: 3500

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura mista cordone speronato e guyot.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, seguendo le diverse epoche di maturazione tra la fine di agosto e la prima metà di settembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve, dopo diraspatura, subiscono una soffice pigiatura. Il mosto fermenta in barrique di rovere francese di diversa tostatura. Segue un affinamento del vino sulle fecce fini per 5-6 mesi, così da arricchirne le caratteristiche organolettiche.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: giallo paglierino tendente al dorato.
PROFUMO: vibrante, raffinato, di grande ampiezza e intensità. Note dolci di nocciola, vaniglia si mescolano a quelle minerali e di frutta matura, pera e pesca bianca essiccata.
SAPORE: ingresso morbido, avvolgente, di fresca acidità con buon equilibrio: lunga persistenza.
ABBINAMENTI: uova e primi piatti al tartufo, patè, arrosti di carne bianca, formaggi di media stagionatura.

SOLIDEO IGT UMBRIA

DESCRIZIONE: il Solideo è ottenuto dai vigneti più vecchi,con esposizione che varia da sud-ovest a sud-est, su terreni minerali ricchi di scheletro. Il limitato carico di uva a pianta, il raggiungimento di una perfetta maturazione, consentono di elaborare un patrimonio polifenolico in grado di esprimere un vino di grande prospettiva.

DEGUSTAZIONE: nel calice si presenta di colore rosso rubino intenso, profondo. Al naso esprime profumi di grande ampiezza che cambiano lasciando ossigenare il vino nel bicchiere: prima note di mora e ciliegia nera, quindi sentori terziari strutturati, di spezie dolci, tabacco, caffè. In bocca la fresca acidità e i tannini ben arrotondati dalla maturazione in legno, fanno da cornice ad un vino sferico, a momenti ossuto, rendendolo ideale protagonista
di tavole conviviali, o nel tempo del fine pasto.

VITIGNI: 100% Syrah

ALTITUDINE: tra i 300 e i 400 metri di quota.

ESPOSIZIONE: sud-est, sud-ovest.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 25 anni.

CEPPI PER ETTARO: 4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura a cordone speronato.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, seguendo le diverse epoche di maturazione, nel corso del mese di settembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve, diraspate e pigiate fermentano in vasche d’acciaio ad una temperatura controllata di 24-26 °C. I rimontaggi, frequenti e brevi, durante il primo terzo della fermentazione alcolica, vengono poi sospesi, proseguendo con macerazioni di 7-10 giorni ad una temperatura di circa 28-30°C. Segue la fermentazione malolattica e la maturazione in barrique di rovere francese.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: rosso rubino intenso.
PROFUMO: ampio , complesso. Sentori di frutta matura in confettura, ciliegia e prugna; note balsamiche di liquirizia, caffè e vaniglia.
SAPORE: fresco e vellutato con tannini morbidi avvolgenti,di buon equilibrio e lunga persistenza.
ABBINAMENTI: carni rosse grigliate, selvaggina di pelo, pecorini stagionati piccanti.

TURLÒ - LAGO DI CORBARA DOC

DESCRIZIONE: il Turlò è ottenuto da vigneti adagiati a mezza collina, sulla sponda destra del lago di Corbara. Questo vino trova la sua armonia nella delicatezza del Sangiovese, nella forza del Merlot e nell’intensità del Cabernet Sauvignon. Il microclima unico e le uve vendemmiate a mano, a settembre, e secondo il giusto grado di maturità, permettono di ottenere un vino, che interpreta in chiave moderna, un territorio vocato alla produzione di grandi vini rossi.

DEGUSTAZIONE: il vino si presenta nel bicchiere con una grande intensità, al naso profumi che ricordano il sottobosco, frutti neri, alloro e pepe nero. In bocca è vibrante, di buona tessitura e piacevole freschezza, i tannini dolci e la complessiva armonia lo rendono un vino di grande godibilità.

VITIGNI: composto essenzialmente da Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon.

ALTITUDINE: tra i 300 e i 450 metri di quota.

ESPOSIZIONE: sud-est.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 20-25 anni.

CEPPI PER ETTARO: 3000 – 4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura a cordone speronato.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, seguendo le diverse epoche di maturazione, nel corso del mese di settembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve, diraspate e pigiate fermentano in vasche d’acciaio ad una temperatura controllata di 24-26 °C. I rimontaggi, frequenti e brevi, soprattutto entro il primo terzo della fermentazione alcolica, accompagnano macerazioni di 10-12 giorni. Segue la fermentazione malolattica e la maturazione in vasche di cemento.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: rosso rubino: consistente.
PROFUMO: intenso, ampio. Note floreali di viola, piccoli frutti di bosco, mora e marasca; lieve sfumatura erbacea.
SAPORE: sapido, caldo, di buona tannicità e freschezza: gradevolmente rotondo ed armonico.
ABBINAMENTI: antipasti di crostini vari, primi piatti con sughi di cacciagione, e preparazioni di carni sia rosse che bianche.

VENDEMMIA TARDIVA - ORVIETO DOC CLASSICO SUPERIORE

DESCRIZIONE: i vini muffati, ovvero vini dolci ottenuti da uve botritizzate, sono un vanto enologico della zona di Orvieto, tanto da prevedere nel disciplinare della DOC, la tipologia “muffa nobile”. La Vendemmia Tardiva in virtù del microclima unico del lago di Corbara – caratterizzato da importanti escursioni termiche e dall’alternanza tra secco e umido, con le conseguenti nebbie mattutine – offre alla Botrytis Cinerea le condizioni ideali per svilupparsi come muffa nobile. Le uve dei vigneti più vicini al lago, vengono ricoperte in modo scalare dal fungo, che ne assottiglia la buccia, concentrando e arricchendo la complessità aromatica.

DEGUSTAZIONE: il vino di colore giallo luminoso, al naso offre una grande complessità olfattiva con profumi che vanno dalla frutta matura, miele, resina, fino a sentori iodati e minerali. In bocca, freschezza e dolcezza si combinano perfettamente, dando un vino di grande armonia, in cui si conferma anche quanto già avvertito al naso in un finale di grande persistenza.

VITIGNI: composto essenzialmente da Grechetto e Procanico.

ALTITUDINE: tra i 150 e i 300 metri di quota.

ESPOSIZIONE: est-sud-est.

TERRENI: di origine vulcanica, tufacei, ricchi in scheletro.

ETA’ DEI VIGNETI: 20-25 anni.

CEPPI PER ETTARO: 3000 – 4000.

FORMA DI ALLEVAMENTO: controspalliera con potatura mista cordone speronato e guyot.

VENDEMMIA: manuale, in cassetta, seguendo le diverse epoche di maturazione tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.

VINIFICAZIONE E AFFINAMENTO: le uve, non diraspate subiscono una soffice pigiatura. Il mosto fermenta in piccole vasche d’acciaio, a temperatura
controllata intorno a 18°C. Segue un affinamento del vino sulle fecce fini per 5-6 mesi, così da arricchirne le caratteristiche organolettiche.

NOTE ORGANOLETTICHE
COLORE: giallo dorato vivo.
PROFUMO: naso intenso, intrigante, con note di fiori d’arancio, albicocca e agrumi canditi.
SAPORE: equilibrato, piacevolmente fresco, con ingresso morbido ed avvolgente. Finale speziato e netta conferma delle aromaticità percepite: di grande persistenza.
ABBINAMENTI: ideale come vino da meditazione e in accompagnamento a formaggi erborinati, o con pasticceria secca.

Visite proposte

La visita con degustazione inizia con dei cenni sulla storia dell’azienda e sulle DOC di nostra produzione.

Dal punto più alto della Tenuta, osservando la collocazione dei nostri vigneti, parleremo del nostro microclima e delle ragioni che rendono i frutti e quindi i vini di una qualità unica.

Proseguiamo il wine tour nei moderni impianti di vinificazione ed imbottigliamento, soffermandoci sulle  tecniche di produzione e su tutto il percorso delle uve dalla  vigna alla bottiglia.

Andremo poi a visitare il vino nella sua fase di maturazione, dalle imponenti vasche in cemento alla barricaia, per finire nella grotta in cui  il nostro spumante Metodo Classico fermenta per la seconda volta.

La visita si conclude nella Sala Degustazione alla scoperta dei sapori della nostra Tenuta.

Conduciamo visite e degustazioni guidate in 5 lingue: ITA, ENG, FRA, ESP, POL

TOUR CLASSICO

Il tour comprende la vista della tenuta e la degustazione di 4 dei nostri vini serviti con un assortimento di salumi e formaggi umbri stagionati di primissima qualità e delle bruschette condite con l’olio extra vergine di nostra produzione.

 

302 visite programmate - € 20.00

Prenota ora Regala
TOUR CLASSICO - WEEKEND

Il tour comprende la vista della tenuta e la degustazione di 4 dei nostri vini serviti con un assortimento di salumi e formaggi umbri stagionati di primissima qualità e delle bruschette condite con l’olio extra vergine di nostra produzione.

120 visite programmate - € 20.00

Prenota ora Regala
Recensioni
Prenota ora
Servizi principali
Contatti
Tenuta di Salviano
  • Loc. Salviano, Civitella del Lago Baschi Terni