Azienda agricola Calatroni

Lombardia - Pavia
Fraz. Cà grande 7 Montecalvo Versiggia

Merenda di Natale

4-5-11-12-18-19 dicembre - Dalle 15.30 alle 18.30

  • Laboratorio per fare i biscotti al pan di zenzero e il vin brulè con Mamma Marisa
  • visita guidata a vigneti e cantina,
  • merenda con i biscotti, vin brule e moscato.

Sacchettino ricordo con i tuoi biscotti

COSTO:
Euro 22 a persona

Prenota ora
Scegli data e ora:
Durata
120 minuti
Prezzo singolo biglietto
€ 22.00
Lingue visita
Inglese Italiano

La struttura propone la visita in più lingue. Scegli la lingua che preferisci.

Inserisci il numero di biglietti e clicca su "Aggiungi al carrello". Se sei in possesso di un codice promo, clicca su "Ho un codice promo"

Per accedere a questa visita devi prenotare almeno per 1 adulti

€ 22.00
Campo Dottore Oltrepò Pavese Riesling DOC

Vino bianco fermo da uve riesling renano

Il vigneto, adiacente all’azienda, era chiamato “campo del dottore” perché attorno alla metà del Novecento il proprietario era il medico del paese. Il vino nasce da una selezione di sole uve riesling renano coltivate a un’altitudine di circa 280 metri s.l.m. e vinificate in acciaio. Viene imbottigliato verso la fine della primavera e messo in commercio dopo circa 40 giorni. Il Campo Dottore mantiene sempre una spiccata mineralità anche nelle annate più siccitose grazie alla grande escursione termica di cui beneficia il vigneto e alla copiosa quantità di calcare presente nel suolo.

In degustazione offre le classiche note del vitigno, con la frutta gialla nei primi mesi di vita e il progressivo emergere negli anni di note sulfuree e di idrocarburo. L’abbinamento più indicato è sicuramente con pietanze fresche, estive, ma non disdegna anche pesci grassi (evitando orche, balene e capodogli). Più gradevole se servito intorno agli 8 °C.

Pinot 64 Brut Metodo Classico Pinot Nero VSQ

Era il 1964 quando Luigi Calatroni decise di iniziare il suo percorso da viticoltore firmando le bottiglie con il proprio nome. Ed è proprio da una vigna di pinot nero che prendono avvio la sua e la nostra storia.

Il Pinot 64 nasce da sole uve pinot nero raccolte ad altitudini diverse (dai 250 ai 390 metri s.l.m.) e coltivate su terreni calcarei. La vendemmia è anticipata per ottenere basi fresche e fragranti. Dopo la messa in bottiglia e la rifermentazione, il vino riposa sui propri lieviti per almeno 30 mesi.

Il Pinot 64 vuole raccontarvi la grande vocazione del nostro territorio a esprimere tutta la finezza e l’eleganza del pinot nero. Bollicina cremosa, note olfattive floreali alternate a sentori di lievito, verticalità al palato e lunga persistenza sono il suo corredo genetico.

Non limitiamolo ai semplici aperitivi, sfidiamo la sua acidità e la sua struttura con pietanze di mare e di terra che trovano nella grassezza la propria piacevolezza. Il Pinot 64 dà il meglio di sé servito a 6-8 °C.

Siliquastro Sangue di Giuda dell’Oltrepò Pavese DOC

Vino rosso dolce frizzante da uve autoctone

Molti hanno provato a dare un senso al nome di questo vino prodotto in una piccola zona della Valle Versa. Secondo la leggenda più popolare, Giuda, risorto e pentito del suo grande peccato, si sarebbe sacrificato per salvare da una catastrofe naturale i vigneti dai quali si otteneva un nettare di incredibile bontà. Da uve croatina, barbera e uva rara si ottiene questo vino rifermentato naturalmente con la sostenuta presenza degli zuccheri iniziali dovuta al blocco a freddo anticipato prima della fine della fermentazione alcolica.

 

Mela Fuji e sfumature di amarena e ciliegia compongono il ventaglio olfattivo; in bocca l’acidità della barbera e il tannino della croatina evitano stucchevolezze. Il connubio con la pasticceria da forno provoca invidia all’ambrosia, ma una valida alternativa sono i dessert a base di frutta, da gustare in spiaggia al chiaro di luna godendosi una leggera brezza marina. Servito fresco a 8-10 °C può creare dipendenza.

Vigiö Bonarda dell’Oltrepò Pavese DOC

Vino rosso frizzante
Era la fine di gennaio del 1943, la campagna di Russia si era chiusa in modo drammatico e tra i soldati che attendevano di essere rimpatriati c’era Luigi Calatroni. Doveva raggiungere il più in fretta possibile il suo comune natio. In gioco c’era un contratto che si tramandava di padre in figlio ormai da tre generazioni e che andava firmato affinché Luigi potesse diventare mezzadro. Armato della sua tenacia, tra lunghe camminate, treni in clandestinità, carri e mezzi di fortuna, in due mesi attraversò mezza Europa, da Leningrado (ora San Pietroburgo) a Montecalvo Versiggia.

A Luigi – detto Vigiö – abbiamo dedicato questa Bonarda da croatina in purezza, coltivata con la stessa tenacia con cui lui seppe ottenere ciò che voleva. Macerata circa 7 giorni sulle bucce, rifermentata naturalmente, è una Bonarda di struttura, tannica e austera, con un naso ricco e deciso. Da bersi con le pietanze del territorio, i salumi, le paste ripiene o anche un gustoso bollito. Per godere della piacevolezza della bollicina consigliamo di servirlo a 14 °C.

Il progetto Bonarda

La Bonarda Vigiö fa parte del progetto Bonarda, ideato e promosso dal Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese per valorizzare il vino più tipico del territorio. Il progetto è pubblicizzato sui social con l’hashtag #laMossaPerfetta.

Il progetto prevede un disciplinare di produzione assai più restrittivo di quello della Bonarda DOC e una bottiglia dalla forma particolare (denominata Marasca), utilizzabile solo dalle aziende associate al Distretto.

Quando bevete #laMossaPerfetta avete la garanzia di bere un vino prodotto da aziende che coltivano le uve nei propri vigneti, le vinificano nella propria cantina e commercializzano direttamente il vino ottenuto da quelle uve.

Visita con degustazione

€ 10.00

Visita guidata e pranzo con degustazione Vini

€ 45.00

Degustazione online

Al momento non ci sono date disponibili per questa visita. Richiedila attraverso il nostro form, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.
Weekend Solo Bolle

€ 58.00

Merenda di Natale

€ 22.00

Contatti
Azienda agricola Calatroni
Posizione