Bonazzi Valpolicella

- Verona
Via Badin n°10 Valgatara di Marano Valpolicella

Descrizione

Da generazioni la famiglia Bonazzi si tramanda l'opera contadina della coltivazione della vite e vinificazione delle uve. L'Azienda agricola Fratelli Bonazzi è un'impresa a conduzione familiare, produttrice di ottimi vini classici d'annata. La cantina e i vigneti sono situati nel cuore della zona del Valpolicella Classico, in appezzamenti pedecollinari sostenuti dalle caratteristiche terrazze in muro a secco (marogne).

L'azienda, oltre che essere legata alle antiche tradizioni vinicole tramandate da tempo, è comunque sempre molto attenta alle innovazioni tecnologiche.
Per questo Mario, Luciano ed Angelo cercano costantemente di apportare cambiamenti in cantina e nelle vigne che permettano di migliorare qualitativamente il grande dono che la natura ci ha dato: il vino.

Gallery
Servizi
  • Accetta Carte Di Credito
  • Animali Ammessi
  • Parcheggio Auto
  • Vendita Vini
  • Wifi
Posizione
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO

L'Amarone è uno dei più antichi vini italiani. Nel IV sec. D.C. Cassiodoro, re dei Goti, descrive un vino chiamato Acinatico. Probabilmente per caso, la produzione di un recioto completamente secco diede origine in passato a questo vino. Ottenuta la DOC nel 1968, l'Amarone rappresenta una piccola parte della produzione della Valpolicella. Dai Tempi di Cassiodoro quasi nulla è cambiato e il metodo di produzione è rimasto artigianale. L'Amarone è un vino ricco di alcol, glicerina e resveratrolo, è un vino che non può essere confrontato con nessun altro al mondo, anche in fatto di longevità. Di colore rosso granato carico, di profumo intenso e sapore asciutto, si accompagna a piatti di selvaggina, arrosti e formaggi stagionati. Servito fuori pasto è uno straordinario vino da meditazione.

AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO

L'Amarone è uno dei più antichi vini italiani.Di "vino amaro" si parlava fin dai tempi di Catullo nel Carme n. 27 (49 circa a.C.) reclama “calices amariores” (bicchieri più amari).  si ritiene che fosse un "recchiotto amaro", scrive G. B. Peres nel 1900, opinione coincidente con quella del Panvinio, che nell'Acinàtico di Cassiodoro riconosce il vino Rètico di Augusto] e nel 1543 si  vengono citati i vini della Valpolicella "neri, dolci, racenti e maturi".Tracce della predilezione per questo vino e per le uve che lo producono si ritrova anche nell'Editto di Rotari che stabiliva pene molto severe per chi arrecava danno alle viti e multe salate per chi rubava i grappoli. Per gli anni successivi al 1000 d.C. vi è traccia di alcuni atti d'acquisto e vendita di vigneti nella zona di produzione di "Amarone della Valpolicella", anzi il vino è considerato al pari del denaro per pagare i diritti feudali. Probabilmente per caso, la produzione di un recioto completamente secco diede origine in passato a questo vino. Ottenuta la DOC nel 1968, l’Amarone ora è una DOCG, e  rappresenta una piccola parte della produzione della Valpolicella. Dai tempi  dei nostri antenati Reti, quasi nulla è cambiato e il metodo di produzione è rimasto artigianale. L'Amarone è un vino ricco di alcol, glicerina e resveratrolo, è un vino che non può essere confrontato con nessun altro al mondo, anche in fatto di longevità. Di colore rosso granato carico, di profumo intenso e secco, si accompagna a piatti di selvaggina, brasati e formaggi stagionati.FAmoso è il risotto all’amatone, abbinato ad altre due eccellenze veronesi, il riso vialone nano e il formaggio monte veronese. Servito fuori pasto è uno straordinario vino da meditazione.

VALPOLICELLA CLASSICO SUPERIORE RIPASSO

Sulle nostre colline, le privilegiate condizioni del suolo e la giusta proporzione dei vitigni ci permettono di ottenere questo Valpolicella, conosciuto in tutto il mondo. Rispetto al Valpolicella classico la denominazione Superiore indica un invecchiamento di almeno due anni. Il nome Ripasso deriva dalla tecnica usata per ottenere un vino più alcolico, colorito, corposo e con profumi più complessi. Consiste nel far rifermentare il Valpolicella classico sulle vinacce del nostro Amarone. Dopo un invecchiamento adeguato in botti di legno e un affinamento di qualche mese in bottiglia viene posto in vendita.

VALPOLICELLA CLASSICO

"Leggero, secco, rosso e cordiale come la casa di un fratello con cui si và d'accordo", così è stato definito il Valpolicella dal celebre Hemingway. Rappresenta la maggior parte della produzione della Valpolicella Classica. Questo vino è il più tipico della nostra zona e non presenta molte lavorazioni, solamente procedimenti lenti e naturali per ottenere il vino fiore ed offrire così il meglio delle nostre uve a clienti che gradiscono anche un bicchiere di buon vino non molto impegnativo ma di sicura soddisfazione.

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA CLASSICO

Vino di antichissima fama, cantato da insigni poeti dell'epoca romana quali Virgilio, Svetonio e Plinio il Vecchio, è anche oggi apprezzato in ogni parte del mondo. Prodotto con le uve della Valpolicella classica, gli acini della parte alta del grappolo (detta in gergo locale "recia") vengono posti in cassette di legno e immagazzinati in locali ben arieggiati ed asciutti fino a gennaio. Si procede poi con una pigiatura soffice, cui segue una lenta fermentazione. Una volta raggiunta la giusta gradazione alcolica (12 gradi) si interviene con una serie di operazioni che permettono al vino di mantenersi dolce. Il Recioto è un'ottimo vino da dessert, che si accompagna egregiamente con i dolci della tradizione veronese (pandoro e panettone), ma può anche essere abbinato a formaggi teneri. Si consiglia di stappare la bottiglia un'ora prima di versarlo e di offrirlo in grandi bicchieri chiamati ballon.

BESO, Rosso Veneto da Uve appassite Igt"

L'esperienza dell'appassimento dell'uva e la passione ci hanno permesso di ottenere un vino con caratteristiche particolari, uniche: il prodotto che ci aspettavamo. Corvina, Corvinone, Rondinella, poca Molinara e un minimo di Merlot, rimangono oltre 90 giorni su cassette ben aerate, l'uva viene pigiata con il freddo invernale, perfettamente sana e lasciata fermentare in modo tutto naturale.

Il risultato è un vino rosso con colore intenso; il suo profumo, dopo elevazione in legno, è molto complesso; ricorda la frutta matura cotta, sotto spirito, dove prevalgono prugne, amarene e lamponi, le spezie (pepe e zenzero in particolare) e, per la maturazione in legni piccoli, leggerissimo cacao, liquirizia e anice. In bocca si esaltano i sentori di marmellate spiritose e le spezie; i suoi tannini dolci naturali, bilanciano perfettamente il corpo, conferendo un'interessante rotondità; è molto armonico e ben strutturato.

I CAMPONI ROSSO VERONESE

Dopo anni di prove ed esperienze per trovare un uvaggio con risultati particolari riteniamo di aver ottenuto il prodotto che ci aspettavamo.
Alcune vecchi vitigni, precoci, di lasciano sunnaturare in pianta circa 20 giorni e le uve vengono raccolte e fermentate assieme alle Corvina, Corvinone, Rondinella e qualche altro vecchio vitigno autoctono veronese.
Il risultato è un vino rosso con colore intenso; il suo profumo è molto inteso e complesso; ricorda la frutta matura cotta dove prevalgono Amarene e lamponi, le spezie (pepe e zenzero in particolare) e, per la maturazione in legni piccoli, leggerissimo cacao e caffè tostati.
In bocca prevalgono i sentori di marmellate di frutta e le spezie; la sua tannicità è perfettamente bilanciata dalla naturale rotondità; è molto armonico e ben strutturato.

Visite proposte
Visita con degustazione

€ 35.00

INFORMAZIONI
REGALA
Pacchetti degustazione
I vini sono acquistabili unicamente insieme ad un esperienza in cantina, crediamo che un vino sia migliore se si conosce chi lo produce.
Riceverai subito il voucher via email. Spedizione inclusa in qualsiasi località italiana.
Il tuo acquisto può diventare anche un'ottima idea regalo
Recensioni
Prenota ora
Premi vinti
Servizi principali
Contatti
Bonazzi Valpolicella
  • Via Badin n°10 Valgatara di Marano Valpolicella Verona